Black Mirror 3×01: Nosedive

black-mirror-nosedive-700x350

Caro Charlie Brooker, ho visto la prima puntata della terza stagione di Black Mirror e mi è sembrata fiacca come uno sketch di Zelig. Tecnicamente avevo visto prima la quarta, la tanto osannata San Junipero. Osannata credo perché ci fossero gli anni ’80, la nuova Golden Age dell’immaginario popolarcapitalista.

Sulla prima puntata, ma anche su tutta la stagione, ho sentito pareri contrastanti: reazioni allergiche alla tecnologia dominante o reazioni annoiate. La mia credo sia stata 3/4 annoiata, 1/4 allergica.

Continua a leggere

Annunci

La rassegna hypnotica #4

pxxmqamptaif9ccqsci0

A proprosito di esercizi di stile il disegnatore Jaakko Seppälä ha preso 10 personaggi: Asterix, Calvin, Paperino, Capitano Haddock, Batman, Heimo Vesa (un fumetto finlandese), Corto Maltese, Moomin, Garfield e Lucy dei Peanuts, e li ha ridisegnati nello stile di dieci disegnatori diversi: Uderzo, Watterson, Barks, Hergé, Adams, Jarla, Pratt, Jansson, Davis e Schulz.

Continua a leggere

Mash-Up #4: Registi

FilmDirectors-540x728

Questa volta il mash up è tra lo stile di un regista e una situazione, che sia una festa, un genere o un film che non hanno diretto.
Si prende un regista (quasi sempre uomini statunitensi), i suoi movimenti di macchina, la fotografia, il montaggio e i temi e li si applicano ad una situazione inedita.
Non proprio mash up in senso stretto, più degli omaggi-parodie, sicuramente degli esercizi di stile. E infatti più lo stile è riconoscibile, più è facile riprodurlo, finché non diventa una parodia di se stesso: Godard avrà sempre i sottotitoli, Michael Bay le esplosioni, Herzog una voce fuori campo dall’accento tedesco e Wes Anderson, beh, avrà tutti i manierismi del suo cinema.

Continua a leggere

Star Wars VII – The Force Awakens: Le parodie del trailer

Il trailer del nuovo episodio di Star Wars, Star Wars VII: Il Risveglio della Forza, non è piaciuto a tutti (in particolare la nuova spada laser), ma intanto le parodie più o meno riuscite fioccano. Immagino che da qua all’uscita nel Dicembre 2015 ne avremo fino alla nausea.

La maggior parte di queste parodie non aggiungono molto al trailer originale. Forse la più “interessante” in termini di parodia è quella Disney, ma è per certi versi molto sottile (per altri assolutamente no). Alcune rimontano spezzoni tratti dall’esalogia originale, un altra direttamente la parodia di Balle spaziali e qui c’troviamo un doppio livello per cui una parodia di un trailer viene costruita con una precedente parodia. Altre ancora sono completamente nonsense e utilizzano il trailer come oggetto per un esercizio di stile e poi ci sono le parodie degli stili di regia.

La versione pseudo Wes Anderson, ormai parodiato e omaggiato ovunque. A me sembra quasi più bella di qualsiasi film di Wes Anderson e l’ha montata Jonah Feingold. La colonna sonora è Le Temps de l’Amour di Françoise Hardy.


Continua a leggere

Mash-up #3: Super Flemish

Superman - Sacha Goldberger

Quando ho visto Super Flemish, il progetto fotografico di Sacha Goldberger sui supereroi in salsa fiamminga, ho pensato che fosse l’ennesimo tentativo di portare la cultura pop a contatto con l’arte dei musei, di creare versioni alternative di alcuni supereroi (senza distinzioni tra Marvel e DC, c’è gente molto accanita su questo). Un esercizio di stile, insomma.

Continua a leggere su Dude Magazine