Mash-up #2: La sigla di Friends

FriendsFriends è stata una delle sitcom più seguite di sempre. Negli Stati Uniti la puntata finale è stata seguita da 54 milioni di persone, per dire.

La sigla soprattutto è un elemento molto importante perché funziona come introduzione all’universo narrativo ed emotivo per lo spettatore nuovo, come ripassino dei personaggi per quello saltuario e come marchio ricorrente per gli spettatori appassionati che non aspettano altro.
La sigla è una sorta di varco d’ingresso per un mondo finzionale e, nel caso delle sitcom, sicuramente un mondo migliore. Anche se nel corso degli anni, le sigle di sitcom e serie tv, hanno assunto una forma talmente standardizzata da diventare stereotipate. Too Many Cooks è una parodia fatta dal canale Adult Swim che unisce tutti gli elementi ricorrenti delle sigle delle sitcom e di alcune serie, in un vortice psicotronico notevole.

Quella di Friends, diversa per ogni stagione, monta in maniera alternata due serie di situazioni.
Una, vero e proprio marchio visivo della sigla, mostra tutti i protagonisti intorno a una fontana e presentano anche il divano, il settimo protagonista, nonché brand della serie. L’altra mostra invece situazioni, estrapolate da quella determinata stagione in cui i vari personaggi fanno faccette e cose buffe e divertenti. Una scelta che da una parte stimola gli spettatori a guardare l’intera stagione per ritrovare le scene e dall’altra serve come “amarcord” delle puntata già viste. Ma il vero colpo da maestro dei produttori è stata la scelta del tema musicale, suonato da un oscuro gruppo alt rock, che con questa sigla s’è sistemata per la vita. Non un semplice jingle, ma proprio una canzone allegrotta con un motivetto che si ricorda per anni e che ha in quel battimani il suo climax musicale (che permette per qualche secondo un’accelerazione frenetica del montaggio, già abbastanza vivace di suo).
Ultimo elemento ricorrente: il font, del tipo scrittura a mano, che comunica vitalità e anche una specie di ingenua immediatezza propria anche dei personaggi.

La sigla funziona quindi per tre aspetti e unisce elementi noti ad altri inediti:

  • Fidelizzazione per la ripetizione di elementi fissi, come la musica e la scena della fontana
  • Attesa, per gli spezzoni della stagione corrente
  • Ricordo, per gli spezzoni già visti

La sigla di Friends è una specie di sigla perfetta, riesce a condensare bene il tono di tutta la sitcom ed è diventata quasi un prodotto a sè stante, un vero e proprio videoclip musicale, che parla di amicizia, allegria, condivisione e bei tempi. Per questo le parodie e gli adattamenti non si sono fatti attendere. Con un format che funziona, a tal punto da essere facilmente replicabile, come la sigla-di-friends praticamente qualsiasi cosa è riplasmabile in quella forma e assume la connotazione idealizzata dei rapporti di amicizia che Friends rappresenta.

Il più “bello” e controverso che ho trovato è questo dedicato al Terzo Reich. Oltre a essere ben fatto, è giocato tutto sul contrasto tra le immagini dei gerarchi nazisti, rappresentati come degli allegri compagnoni, e la realtà dei fatti.

 

Anche la versione Guardiani della Galassia punta, come il film stesso d’altronde, tutto sull’amicizia e sull’eterogeneità del gruppo (in questo caso molto eterogeneo). Molte degli spunti comici di Friends scaturiscono appunto dall’interazione tra personaggi molto diversi tra loro, e che nonostante ciò rimangono amici.
Tutto film è stato scritto come un film di avventura fantascientifica con elementi da sitcom, o comunque da film comico. Ogni personaggio ha un tratto stereotipato e quindi comico. Tranne, forse, Gamora che in quanto elemento femminile nemmeno troppo sottilmente erotizzato e protagonista romantica non può avere aspetti troppo comici che sono invece tutti concentrati su Peter, che è un cazzone buono e onesto e non può fare a meno di esserlo (cazzone e onesto). Drax, nonostante l’aspetto minaccioso, parla con un linguaggio obsoleto e prende tutto alla lettera. Rocket, in quanto procione che spara, anche senza dire nulla, è già un personaggio comico. Groot dice sempre la stessa cosa e quindi in quanto personaggio monobattuta è comico (come Hodor). In più come in una sitcom tutti i rapporti tra i personaggi vengono sviluppati in modo da suscitare ilarità, in particolare la coppia anche visivamente comica Rocket/Groot.

Gli Avengers, un altro gruppo pop piuttosto eterogeneo, hanno stuzzicato la fantasia di qualcuno che ne ha montato una sigla, non molto sincronizzata a dire il vero, e che usa gli attori più che i personaggi, come nel caso di Tom Hiddleston/Loki che compare in spezzoni presi da altri film, dove appare sicuramente più simpatico e friendizzato di Loki.

Il format sigla-di-friends ovviamente funziona anche per altri show televisivi come Regular Show, un cartone animato per adulti, che già nel titolo metatestuale nasconde il suo target, ma del quale non so molto altro.

Una delle versioni dedicate allo Sherlock della BBC (ce ne sono diverse) sottolinea il lato comico della serie, che già presentava dei personaggi e una recitazione leggermente stilizzati e facilmente rieditabili come personaggi comici, ma soprattutto l’amicizia, più o meno romantica, tra Sherlock e Watson. Dietro ogni personaggio ossessivo-compulsivo, ma simpatico e degno di stima e rispetto per la sua implacabile intelligenza, c’è sempre una possibilità comica.

Tra le varianti di Trono di spade/Game of Thrones, forse questa è quella che più si avvicina a una sitcom. Le altre (questa e questa) risultano tutt’altro che comiche e sono anzi più inquietanti della serie stessa.

Per finire anche How I Met Your Mother, che era già una sitcom, è stata friendizzata.

Update: Shining, già svariate volte rimaneggiato

Bonus: il videoclip ufficiale di I’ll be there for you dei The Rembrandts completa

Leggi anche: Mash-up #1: Breaking Bad

Annunci

One thought on “Mash-up #2: La sigla di Friends

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...